Azienda Rizzi a Treiso

Pubblicato il da Stefano

Questa azienda è sicuramente da seguire attentamente nei prossimi anni, l'ultima generazione formata da Jole ed Enrico Dellapiana continua la strada tracciata producendo Barbareschi di grande eleganza e prodotti in uno stile tradizionale.

Barbaresco Nervo "Fondetta" 2004: dal vigneto Fondetta, una sotto-zona del cru Nervo (Treiso), è prodotto un vino di bella finezza ed equilibrio. Il frutto è di giusta maturazione accompagnato da sfumature floreali e pepate. In bocca è ben presente e grazie alla finezza della struttura tannica genera un vino abbastanza "femminile"; termina consistente e fresco su note di piccoli frutti di bosco e delicate note boisé. Veramente buono.

Barbaresco Rizzi "Boito" 2004: i pendii di questa sotto-zona (4.5 ha) generano un vino solare, il frutto è dolce e rinfrescato da sfumature di rosa e violetta. L'entrata in bocca è ricca e da vigore a una trama tannica fittissima, ma ben equilibrata da una piacevole freschezza; termina lungo su piacevoli speziature. Ha una silhouette muscolosa ma sempre tesa verso una bella profondità. Molto buono.

Barbaresco Pajorè "Suran" 2004: soli 2 ha che producono un vino di straordinaria completezza ed eleganza. Associa a un'equilibrata struttura, la vigoria di un vino importante e un'incredibile veluttuosità tannica. È il più restio a svelare i propri aromi marcati da una naturale vena speziata e minerale. Una vera sorpresa, un vino con un gran futuro: molto buono.

Barbaresco Pajorè "Suran" 2005: conferma la bella riuscita dell'annata precedente, esalta infatti, toni floreali ed un frutto pieno, la consueta eleganza è accompagnata da sfumature speziate e minerali.

Commenta il post