Brunello di Montalcino Poggio al Vento Riserva 1990

Pubblicato il da Vini & terre di Borgogna

Presentandovi questo vino è nostra intenzione condividere con voi delle particolari sensazioni. Emozioni ancora ben nitide nella nostra mente benché siano passati oramai alcuni mesi dall'evento.
Al termine di una serata già di per sé memorabile, scorrendo la carta dei vini dell'Albergo Posta di Montespluga, una frazione di Madesimo situata a circa 2000 metri di altezza a due passi dal confine svizzero del Passo dello Spluga, troviamo elencato questo Brunello.
"Ultima bottiglia" ci dice l'amico Fausto. La penultima l'ha assaggiata poche settimane fa Romano Dal Forno...



A dire la verità l'avevamo già addocchiato al momento di scegliere i vini per la cena! Però il rispetto per questo colosso era tanto, che non ce la siamo sentita di comandarlo e abbinarlo a una pietanza. E' uno dei brunelli tradizionali di riferimento, solo lunghe permanenze in botte grande. Già appena stappato si ha la sensazione che si sta per bere qualcosa di eccezionale, il vino si presenta con profumi inebrianti sotto tutti gli aspetti. Ma la sua vera qualità la dimostra nel tempo (mica tanto purtroppo...), il suo carattere è interminabile sia olfattivamente che gustativamente... è uno di quei brunelli che bevuti la sera li si ricorda fino al mattino successivo (ma non solo....). Un vino assolutamente "hors classe" e indimenticabile dal fascino ammaliatore!

Commenta il post