Come valutiamo i vini

034.jpg


Considerato il fatto che il nostro commento alla degustazione è accompagnato da una nostra valutazione personale volevamo specificare le categorie tenute in considerazione.


10.0 - 11.5 Vini senza interesse (*)

Sono vini da evitare o di scarso interesse con profumi e gusti non piacevoli o difettosi.


12 - 12.5 Vini medi (**)

Sono vini che soffrono di una scarsa concentrazione o struttura, vini semplici e corti che evidenziano qualche squilibrio (boisé, alcol, tannini secchi, ...)

 
13.0 - 14.5 Vini piacevoli (***)
A partire da questo stadio i vini escono dall'anonimato, provengono da una vinificazione corretta, sono piacevoli e tecnicamente ben eseguiti. Mancano ancora un po' di volume e lunghezza, possono ancora evidenziare qualche leggero squilibrio, ma sono piacevoli da bere. Il loro periodo ideale di consumo varia dai 2 ai 4 anni.

 
15.0 - 16.0  Buoni vini (***/*)
Vini di buona struttura, eleganza e piacevolezza capaci di esprimere carattere e la personalità del produttore. Capaci di soddisfare perfettamente il consumatore esigente nel periodo tra i 5 e i 10 anni dalla vendemmia. Se accompagnati dal giusto prezzo sono vini di sicuro valore.

16.5 - 17.5  Ottimi vini (****)
Dotati di una forte personalità, si distinguono per equilibrio, eleganza, complessità, consistenza e potenza, vini che al raggiungimento del perfetto equilibrio daranno grandi piacevolezze per lunghi anni.

18.0 - 19.0  Grandi vini (****/*)
Sono vini che offrono un'interpretazione ineguale del proprio territorio, sono riconosciuti per la loro straordinaria armonia, complessità e per la particolare eleganza, bottiglie che racchiudono grandissime emozioni e capaci di durare nel tempo vari decenni.

19.5 - 20.0 Vini eccezionali (*****)
Sono grandi vini consumati nel pieno della loro maturità ed armonia, vini che rappresentano alla perfezione il loro territorio e che lasceranno un segno indelebile nella nostra memoria.