Siro Pacenti a Montalcino

Pubblicato il da Stefano

Giancarlo Pacenti continua la tradizione famigliare nella produzione di rinomati vini a Montalcino. Sicuramente è uno dei più conosciuti interpreti del Brunello moderno, ma capace di dedicare al suo Rosso la stessa cura sia in vigna sia in cantina. Grazie alla possibilità di possedere degli appezzamenti sia a nord sia a sud della collina di Montalcino la sua cuvé riesce a proporre ad ogni vendemmia equilibrio e armonia.

Rosso di Montalcino 2006: è un vino e ci fa comprendere le potenzialità di quest'annata soprattutto per il Brunello che verrà. Sfuma su note floreali, su un frutto carnoso e su note boisé. L'attacco ha una bella materia e già un discreto equilibrio, la trama tannica presenta una bella estrazione; chiude su un bel finale che combina ritorni fruttati a note speziate. Un vino di piena soddisfazione, che conferma le attenzioni del produttore verso questa denominazione. È prodotto da vigne di circa 15 anni.

Brunello di Montalcino 2003: come anticipato sopra grazie alla diversa esposizione e alla diversa altezza dei vigneti, il vino bilancia in maniera ottimale agli eccessi dell'annata. Sia olfattivamente sia gustativamente è gestito da una piacevole freschezza che conferisce al frutto ben maturo e al finale una bella piacevolezza. È morbido ed elegante, un vino già godibile che probabilmente non avrà la consueta longevità, ma lasciamoci sorprendere. Ottimo.

Commenta il post